venerdì 17 gennaio 2014

Qualche passo indietro

Il cibo non è più sano, dobbiamo farci l'orticello e allevare le galline.
Nei vestiti ci sono sostanze tossiche, dobbiamo tornare a filare la lana?
I detersivi sono allergizzanti e inquinano, torniamo a lavare con cenere e pulire con l'aceto.
I bambini vivono giornate non adatte alle loro esigenze, in luoghi chiusi, con tempi frenetici, sono più tristi e solitari, ci siamo dimenticati che anche se sono "bambini tecnologici" hanno bisogno di stare all'aperto, nel verde e di muoversi in libertà per crescere sereni.
Siamo in contatto con chiunque in qualsiasi parte del mondo e anche in casa per comunicare con i figli dobbiamo mandare wp.....figli perennemente connessi, senza noia, senza tempo per pensare, inventare, creare!
Ci dicono che per la nostra salute dobbiamo camminare di più senza utilizzare l'auto per ogni minimo spostamento.
Praticamente ci siamo persi tutto per strada, dobbiamo fare qualche passo indietro e riconnetterci con la Natura
Michela Sartori
www.giocabosco.it


2 commenti:

  1. Parole sante... nient'altro da aggiungere! E forse dovremmo iniziare a dare l'esempio proprio noi, popolo-blogger che amiamo sia la tecnologia (ed essere connessi), sia la natura!

    RispondiElimina
  2. si possono fare tante di queste cose specialmente se si vive in campagna. io già le faccio
    e credetemi se ai bimbi fin da quando sono piccoli insegniamo a riconoscere odori e sapori delle cose naturali non li dimenticano più. E soprattutto " perdiamo" un po' di tempo a raccontargli vecchie favole, ho provato a farlo con una bambina molto agitata e sua madre un giorno m'ha detto: per mia figlia sei come il valium.

    RispondiElimina

Ciao grazie della visita! A presto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...